Conservativa ed endodonzia

devitalizzazione e rimozione carie

L’ endodonzia è quel ramo dell’odontoiatria che si occupa della rimozione della polpa dentaria degenerata e della sigillatura dei canali per evitare che l’infezione si propaghi, portando alla perdita del dente.

Quindi si ricorre all’endodonzia o devitalizzazione del dente q uando il tessuto pulpare è talmente danneggiato da essere andato in necrosi. Oppure, agendo d’anticipo, quando il dente deve essere coinvolto in protesizzazioni che, a causa della necessaria abbondante riduzione del tessuto dentale stesso, determinerebbero un'alterazione irreversibile della polpa (necrosi pulpare iatrogena). Infine, nel caso in cui siano presenti cisti e granulomi periapicali, dovuti a una perdita della vitalità del dente o a errate terapie precedenti.

La polpa può degenerare per una carie profonda, un trauma meccanico, e anche una grave infezione parodontale.

Come si svolge il trattamento?

  • Isolamento del campo con la diga di gomma
  • Rimozione della carie
  • Apertura camera pulpare
  • Rimozione polpa dentaria
  • Detersione approfondita e sagomatura con un mix di ipoclorito di sodio (NaClO) e acido etilendiamminotetraacetico (EDTA)
  • Riempimento dei canali con materiali antibatterici o sigillatura tridimensionale con cemento e guttaperca.

Qual è il fine ultimo di una devitalizzazione ben riuscita?

Nei casi in cui non sia possibile trattare i canali radicolari passando attraverso la corona, seguendo la cosiddetta “via ortograda”, si ricorre all’endodonzia chirurgica, seguendo la via “retrograda”. Questa seconda via si percorre partendo da un’incisione della gengiva e proseguendo con la realizzazione di una piccola apertura attraverso l’osso. L’apertura transossea viene eseguita all’altezza della punta della radice, per andare ad otturarne efficacemente l’apice. In questo modo i batteri, presenti in qualche porzione non raggiungibile del canale, vengono “murati” e non possono più nuocere al periapice. È, comunque, sempre preferibile scegliere di praticare la terapia “ortograda” prima della chirurgia.

rimozione carie
https://www.facebook.com/Studio-Odontoiatrico-Associato-Giordano-338541122946410/?fref=ts
Share by: